Democrazia partecipata, due progetti a Termini Imerese

Forme di Democrazia partecipata: obbligo di cui al comma 1 dell’articolo 6 della legge regionale numero 5/2014 che, com’è noto ha previsto, fra l’altro, l’obbligo per i Comuni di destinare almeno il 2% dei trasferimenti regionale di parte corrente per il finanziamento di progetti scelti attraverso forme di democrazia partecipata che garantiscano il coinvolgimento attivo dei cittadini. I Comuni che non attendono al rispetto del su richiamato obbligo sono costretti a restituire, nell’esercizio finanziario successivo, le somme non utilizzate.

Per evitare di incorrere nella decorrenza dei termini, il vicesindaco e esponente del gruppo consigliare di Fratelli d’Italia Licia Fullone si è preoccupata di attivare con proprio atto di indirizzo i necessari adempimenti al fine di procedere alla pubblicazione dell’avviso per la consultazione dei cittadini, richiedendo che vengano usate le forme più ampie e partecipate per consentire a tutti di esprimere la propria preferenza.

Inoltre, a seguito di opportuni incontri di confronto con i dirigenti, ai quali ha partecipato anche il sindaco Francesco Giunta, è stato chiesto ai competenti degli uffici di elaborare i progetti di interesse comune da sottoporre all’attenzione della cittadinanza che sarà chiamata a scegliere quale finanziare con la suddetta dotazione finanziaria.

In particolare, si tratterà di un progetto di riqualificazione della zona alberata del Belvedere, che versa da troppo tempo in stato di abbandono e di un altro progetto sul “servizio civico” per la selezione di cittadini, che versano in gravi situazioni di disagio, da impegnare, dietro corrispettivo economico, nello svolgimento di servizi utili alla collettività.

Il commento del vice sindaco Licia Fullone: “Il nostro programma elettorale pone al centro delle scelte della amministrazione i cittadini, pertanto abbiamo il dovere di garantire tutte le forme di democrazia partecipata previste dalla Legge. Ritengo che il mandato ricevuto dagli elettori di Fratelli d’Italia debba essere espletato, con impegno e spirito di servizio, tenendo sempre nella massima considerazione le esigenze e le istanze della cittadinanza. Spero che, dopo la pubblicazione dell’Avviso, saranno numerosissimi i cittadini che esprimeranno la loro scelta per il progetto che ritengono prioritario finanziare”.