Beni confiscati, la Meloni al villaggio Himera di Termini Imerese VIDEO

Prima di partecipare all'iniziativa organizzata a Termini Imerese da FdI su lavoro, turismo e innovazione, ho visitato il villaggio Himera, confiscato alla mafia 12 anni fa e con il quale lo Stato non è riuscito a fare nulla: ora c'è solo degrado e devastazione. E' una vergogna che i beni confiscati alla mafia non vengano riutilizzati per segnare la vittoria dello Stato sulla criminalità organizzata. È una vergogna che si arrivi a parlare di utilizzo dei beni confiscati alla mafia solo quando si sgomberano gli occupanti illegali e si vogliono dare questi stabili tolti alla mafia, alla mafia degli occupazioni abusive.La proposta di Fratelli d'Italia a Nello Musumeci, futuro presidente della Regione Siciliana e che porteremo in Parlamento: in Sicilia questi beni siano messi a bando per gli operatori del campo del turismo, perché strutture come il villaggio Himera possano produrre ricchezza per gli imprenditori onesti e non per la criminalità organizzata

Gepostet von Giorgia Meloni am Samstag, 9. September 2017

Prima di partecipare all’iniziativa organizzata a Termini Imerese da FdI su lavoro, turismo e innovazione, l’onorevole Giorgia Meloni ha visitato il villaggio Himera, bene confiscato alla mafia 12 anni fa e con il quale lo Stato non è riuscito a fare nulla: ora c’è solo degrado e devastazione.
“E’ una vergogna che i beni confiscati alla mafia non vengano riutilizzati per segnare la vittoria dello Stato sulla criminalità organizzata  – ha detto la Meloni -. È una vergogna che si arrivi a parlare di utilizzo dei beni confiscati alla mafia solo quando si sgomberano gli occupanti illegali e si vogliono dare questi stabili tolti alla mafia, alla mafia degli occupazioni abusive.
La proposta di Fratelli d’Italia a Nello Musumeci, futuro presidente della Regione Siciliana e che porteremo in Parlamento: in Sicilia questi beni siano messi a bando per gli operatori del campo del turismo, perché strutture come il villaggio Himera possano produrre ricchezza per gli imprenditori onesti e non per la criminalità organizzata”.

VEDI PURE L’INTERVISTA ALL’ONOREVOLE IGNAZIO LA RUSSA, CLICCA QUI