Vertenza ex Fiat Termini Imerese, entro la fine di settembre altri 47 operai torneranno in fabbrica

Secondo il cronoprogramma dell’azienda Blutec, subentrata alla Fiat nello stabilimento automobilistico di Termini Imerese, 47 lavoratori torneranno a varcare i cancelli della fabbrica automobilistica dell’agglomerato industriale imerese entro la fine del corrente mese. Entro la metà di ottobre, invece, è in programma un nuovo vertice romano al ministero dello Sviluppo Economico con i rappresentanti del governo nazionale e regionale, i sindacati e la Blutec, azienda che ha riaperto la fabbrica automobilistica ex Fca a Termini Imerese, sui progetti di rilancio del polo industriale. Lo stabilimento siciliano è noto per aver prodotto la mitica 500, altre auto con il marchio Fiat ed anche per assemblato la Lancia Ypsilon.

Su caso è intervenuto anche il segretario nazionale Ugl, Paolo Capone, clicca qui

Lo scorso 30 maggio l’azienda Blutec ha confermato quanto già comunicato nel precedente incontro sulla prima fase di sviluppo e rioccupazione dei lavoratori, anche se ancora non sono concretizzate le iniziative industriali come la motorizzazione elettrica del Doblò e l’assemblaggio del motore a tre ruote per il trasporto di pacchi e posta.

L’azienda ha dettagliato la spesa di circa 5 milioni di euro per l’acquisto di macchinari e attrezzature che saranno istallate nei prossimi mesi. Ad oggi sui 696 dipendenti al lavoro ci sono 123 ed entro settembre si aggiungeranno altri 47 per il motociclo a tre ruote e altri 80 entro dicembre dovrebbero essere occupati per l’allestimento del Doblò.