Caso “cartellino” al comune di Termini Imerese, revocato l’obbligo di firma a due dipendenti comunali

Nei giorni scorsi si sono svolti gli interrogatori di garanzia per i dipendenti comunali indagati per falsa attestazione di servizio e truffa in concorso. Degli oltre venti indagati, tutti sottoposti ad interrogatorio di garanzia e non rinviati a giudizio, due hanno ottenuto la revoca della misura cautelare di obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. I due sono difesi dagli avvocati Carmelo Pace e Giovanni Costanza. Gli avvocati hanno dimostrato che sono venuti meno i gravi indizi di colpevolezza che avevano portato all’applicazione della misura cautelare.

Intanto, proseguono le indagini.