Noi con Salvini: dal governo piano da 24 miliardi per mobilità turistica e portuale

Si chiama “Viaggiare in Italia”, il primo piano per mobilità turistica, progetto nato dalla collaborazione tra i ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Lo scopo di questo importante e strategico progetto è quello di rendere fruibili gli oltre 24 miliardi di euro finalizzati a sviluppare la mobilità turistica attraverso le infrastrutture portuali e aeroportuali.

“Si tratta di una occasione fondamentale per lo sviluppo di Termini Imerese che per territorio e infrastrutture ben può svolgere un ruolo di protagonista all’interno di questo programma di  “Porte di accesso al Paese Italia”, ha dichiarato da Salvino Caputo dirigente di Noi con Salvini che ieri mattina ha incontrato il capogruppo di Noi con Salvini Michele Galioto e l’assessore al Turismo Loredana Bellavia, per individuare tutte le iniziative per inserire Termini Imerese nel progetto “Viaggiare in Italia”.

“Questo piano strategico per il Turismo – hanno aggiunto Caputo, Bellavia e Galioto – identifica nella mobilità portuale turistica un volano di sviluppo per il turismo che oramai si sta sviluppando in tutta l’Italia e in particolare in Sicilia. Questo piano ha una attività di sei anni ( 2017/2022 ) e individua quelle realtà già esistenti che vanno potenziate e incentivate per rendere più facile la mobilità legata all’incremento del turismo in Italia attraverso i porti e gli aeroporti. Termini Imerese – ha sottolineato Caputo – oggi può avere la opportunità di uscire da una devastante fase industriale a quella turistica, per il quale il territorio di Termini Imerese è naturalmente vocato. Chiederemo al sindaco – hanno precisato Loredana Bellavia e Michele Galioto – di costituire con il territorio, gli imprenditori interessati , le realtà portuali e i Sindaci del comprensorio un consorzio per concordare tutte le iniziative di animazione del territorio e progettuali per entrare a pieno titolo in questo grande programma di sviluppo della portualità turistica”. Intanto, il ministero dei Trasporti sta redigendo 108 progetti per altrettante opere infrastrutturali ritenute prioritarie e strategiche .