Vertenza ex Fiat, protestano gli interinali dell’ex indotto: attendo l’erogazione di due anni di mobilità

Protestano gli interinali delle aziende dell’indotto ex Fiat: Bienne Sud, Termini 1, Consulting Service e Gi Group per il mancato pagamento della mobilità in deroga degli anni 2015 e 2016. La situazione per questi lavoratori è davvero drammatica: nonostante sia stata approvata loro la mobilità in deroga per due anni, ad oggi, non sono stati loro erogati gli ammortizzatori sociali. 

Da anni indossano la maglia “Termini Imerese non si piega. I politici si…” (vedi foto sopra, in un momento di potesta degli scorsi anni), è questo lo slogan coniato dagli interinali della Bienne Sud, azienda che si occupava della verniciatura dei paraurti per la Lancia Ypsilon, e condiviso dagli altri operai delle aziende dell’ex indotto che offrivano servizi al gruppo Fiat nell’agglomerato industriale imerese. “Siamo stanchi di aspettare – ha detto un operaio, Salvatore Pirrone, portavoce degli interinali delle quattro aziende -. Non capiamo come mai è stata erogata la mobilità a 16 operai della Lear Corporation e noi siamo stati abbandonati. Lancio un appello alle istituzioni regionali e nazionali affinché chiariscano la nostra posizione. Attendiamo ormai da due anni e tutti hanno famiglie da sfamare. Aumenta lo scoramento e la preoccupazione”.