Termini Imerese, alla società operaia “Paolo Balsamo” cultura in società

Dopo lo sfolgorante inizio di metà settembre con il concerto inaugurale di canti siciliani presentato da Giusy Cimino e Marilena Anello, entrano nel vivo le attività autunnali della Soms “Paolo Balsamo” di Termini Imerese che promuove una serie di iniziative rivolte a quanti cercano nell’associazionismo anche una opportunità di conoscenza e di arricchimento culturale. Si inizierà proprio sabato 28 ottobre ospitando l’associazione “Termini d’Arte” di Rita Elia per la presentazione del libro di Enrico D’Angelo “Tre sorelle e dodici novelle” – Si proseguirà poi sabato 4 novembre con un incontro a due temi ovvero, “Il colera del 1837 a Termini Imerese” relatore Aldo Bacino, e “Tradizioni popolari per la Festa dei Morti” relatore Nando Cimino. Il 18 novembre ancora Aldo Bacino, appassionato conoscitore di storia locale, proporrà invece “San Pietro, Spiriti ed Esorcismi al monastero”. Si proseguirà poi, dopo la festa sociale, in programma per sabato 16 dicembre, con un ulteriore incontro che si terrà giorno 23 in cui si parlerà del più antico presepe di Sicilia; ovvero del gruppo marmoreo della Sacra Famiglia, attribuito allo scultore Andrea Mancino, che si conserva presso la chiesa dell’Annunziata di Termini Imerese. Alla fine, dopo lo scambio degli auguri natalizi, visita collettiva alla mostra di arte presepiale allestita dalla associazione “Presepiando”. Visibilmente soddisfatto il presidente della “Paolo Balsamo” Pino Vuono che ha tenuto ad evidenziare come queste ulteriori iniziative, con l’identificazione di “Cultura in Società”, non fanno altro che migliorare ed allargare positivamente l’offerta delle già numerose attività rivolte ai soci, anche in una ottica di apertura e di confronto con le altre realtà sociali e culturali del territorio.