Raffica di furti negli appartamenti e nelle ville, ecco come difendersi

Dopo i furti delle scorse settimane in città che non hanno risparmiato ville, appartamenti (leggi qui) e perfino garage nelle zone centrali della città di Termini Imerese, ecco, di seguito, un promemoria con alcuni consigli forniti dalle forze dell’ordine per proteggersi.

“Non lasciamo soli i nostri cari anziani, anche se non abitano con noi, facciamoci sentire spesso ed interessiamoci ai loro problemi e alle loro esigenze personali”

 

Proteggiamo la nostra casa:

Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura di sicurezza, antifurto e spioncino.

Si a videocitofoni e/o telecamere.

Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha bussato

Se puoi installa in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento.

In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.

Installate i dispositivi antifurto e collegateli con il 112.

Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati.

Se l’interruttore della luce è all’esterno, proteggilo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.

E’ meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore. Eventualmente custodirli nella cassaforte.

Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone o anche la radio, in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata.

Vicini di casa: scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di prima necessità

Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura.

Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.

No al portachiavi con targhette dove risulta indicato il vostro nome e indirizzo perché in caso di smarrimento rischierebbero di far individuare immediatamente l’appartamento

Non far sapere, fuori dall’ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell’allarme e se sei in ferie.

Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non è presente nessuno. Quindi non lasciate biglietti attaccati alla porta.

Non fate sapere a chiunque che vivete soli.

Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.

Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze. Evitate di pubblicare su social network (Facebook o altri) i vostri programmi di viaggio poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili.

Evita l’accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.

Considerate che i primi posti esaminati dai ladri in caso di furto sono gli armadi, cassetti, vestiti, vasi, quadri, letti e tappeti.

Opere d’arte/altri oggetti di valore: se avete oggetti di valore, fotografateli, al fine di agevolare alle forze dell’ordine il ritrovamento.

Se la serratura è manomessa o la porta è socchiusa non entrate in casa, chiamate immediatamente il 112. Comunque se appena entrate vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove e telefonate subito ai Carabinieri.

Quando rientrate a casa potreste trovare vicino alla porta di casa i segni dei nomadi, eccoli: