Emergenza rifiuti: vertice alla Regione. Assessore Messineo: “Superata la fase emergenziale”

Dallo scorso fine settimana oltre 50 comuni della provincia di Palermo si sono ritrovati improvvisamente i cancelli chiusi della discarica di Bellolampo. Infatti, la Rap solo nella tarda mattina di lunedì 18 dicembre ha ritenuto, con somma sorpresa dei sindaci, di inviare una Pec dove si comunicava che non era più permesso scaricare all’interno dell’area di pre-trattamento della EcoAmbiente nonostante l’autorizzazione al conferimento.
La complessa vicenda ha messo in difficoltà l’amministrazione comunale, la quale ha cercato di arginare, fin da subito, la paventata emergenza. Nonostante le rassicurazioni verbali da parte del dipartimento dell’acqua e dei rifiuti dell’assessorato regionale dell’Energia, che “da un momento all’altro” sarebbe stata concessa una proroga l’emergenza è continuata fino a questa sera. 
A seguito del perdurare della crisi e dell’approssimarsi del Natale i sindaci interessati alla grave problematica igienico-ambientale hanno chiesto al presidente della Regione, Nello Musumeci, all’assessore regionale Figuccia, e al dirigente generale dottore Valastro, un incontro al fine di risolvere nell’immediatezza l’emergenza. All’incontro tenutosi questo pomeriggio, alle ore 16, hanno partecipato i rappresentanti di tutte le amministrazioni comunali interessate.

Per il comune di Termini Imerese era presente l’assessore all’Ambiente, Salvatore Messineo che, unitamente agli altri amministratori, è riuscito ad ottenere l’immediata riapertura della discarica di Bellolampo, tanto che i primi compattatori del comune di Termini Imerese questo pomeriggio, intorno alle ore 19, hanno iniziato a conferire in discarica. Purtroppo, si tratta soltanto di una proroga di pochi giorni visto che si prospetta l’ipotesi di conferire presso la discarica di Motta Sant’Anastasia (CT). 
Al riguardo l’assessore Messineo ha dichiarato: “E’ stata una lunga riunione che ha registrato forte disappunto da parte di tutte le amministrazioni comunali per come è stata gestita l’emergenza.

Ho chiesto – ha continuato l’assessore – che l’incontro proseguisse fino a quando non si sarebbe trovata una immediata ed idonea soluzione. Ho proposto l’utilizzo, quantomeno per i comuni del versante est di poter conferire presso la più vicina discarica di Castellana Sicula”. 
“Ciò che preoccupa maggiormente è il paventato aumento dei costi di conferimento dei rifiuti solidi urbani – ha aggiunto il sindaco Francesco Giunta -. Il trasferimento presso discariche così lontane e difficili da raggiungere non potrà che comportare un aggravio dei costi. Ritengo che la proposta del comune di Termini Imerese, di conferire a Castellana Sicula debba essere tenuta nella giusta considerazione”.
Da domani, si assicura il progressivo miglioramento della situazione in città che dovrebbe rientrare nella normalità entro venerdì sera.