Approvazione bilancio, l’opposizione: “Perinde ac cadaver“

“Ci siamo presi qualche ora prima di ritornare sulla seduta consiliare conclusasi nelle prime ore del mattino.
Il buon senso, infatti, ci ha consigliato di esprimerci solo a sentimenti sopiti rispetto ad un’adunanza che ci ha lasciato tanta delusione umana prima ancora che politica.

“Perinde ac cadaver”, con questa locuzione, che significa allo stesso modo di un cadavere, stanotte il dirigente del settore finanziario del Comune di Termini Imerese ha presentato al Consiglio Comunale la delibera di approvazione del Documento Unico di Programmazione 2016-2018.

Nei giorni scorsi avevamo parlato di un bilancio senz’anima.
Purtroppo ancora una volta avevamo visto bene. Le dichiarazioni ascoltate ieri in Consiglio da parte del Sindaco e della Giunta Comunale certificano in modo inequivocabile l’assenza di una guida chiara per la nostra Amministrazione.

Un documento di programmazione, quello approvato nella notte, all’interno del quale non si fa menzione di un solo obiettivo strategico che questa Amministrazione si è voluta dare. Un documento privo del ben che minimo tratto di umanità, secco, sterile e svuotato di senso.

Una seduta consiliare dove non sono mancati i tentativi, conditi da raccapriccianti scivoloni,

volti a ledere nella dignità l’azione di chi in questa città è stato chiamato a svolgere il ruolo di opposizione.

Non rassicurano neppure i sorrisi finali di chi alla scuola del Magnifico ragiona nella prospettiva di “chi vuol esser lieto sia di doman non v’è certezza”.

I consiglieri
Salvatore Di Lisi
Vincenzo Fasone
Claudio Merlino

Leggi pure i commenti della maggioranza. Clicca qui

Leggi il commento del presidente del consiglio comunale, Anna Amoroso. Clicca qui