È morta Ketty di Sciara: pittrice, principessa e preferita di Giorgio De Chirico

Artista ma anche principessa, si è spenta ieri a Milano, Ketty di Sciara, erede artistica del grande Giorgio De Chirico. Appartenente ad una nobile famiglia palermitana, quando era ancora Donna Giovanna Maria Balletti nel 1954, sposò il principe Francesco Notarbartolo di Sciara, divenendo così principessa. Artista particolarmente feconda, le sue opere sono conosciute non solo in Italia ma anche all’estero.

Le parole di De Chirico

Il noto artista italiano, recensì il suo lavoro e lo fece così: “Mi piace la pittura di Ketty di Sciara poichè si sente in essa un forte temperamento artistico e un senso plastico veramente notevoli. Bei colori e senso delle forme. ketty è abile nel disegno e basa la sua attività sullo studio dei classici. E’ una donna travagliata dall’amore per la pittura e nella pittura concentra tutto il suo temperamento. Mi piace il suo amore per la tecnica che assume aspetti veràmente positivi che danno il senso del suo temperamento artistico”. Tra gli altri, anche Renato Guttuso era un grande ammiratore, primo pittore a presentarla nei vari cataloghi artistici

L’arte della Principessa

Proprio per la sua operosità e dinamicità nel disegno, le sue opere furono apprezzate in diverse parti del mondo. Nelle sue opere era facilmente riconoscibile il filo che la legava con la sua terra,

La notte di Gibellina.

la Sicilia. Quest’ultima era probabilmente il soggetto più amato dalla Principessa, la quale portò le sue opere anche in Inghilterra e in Scozia fino a San Paolo e Toronto. Al museo civico di Gibellina inoltre si trova un ritratto di Guttuso, dipinto proprio dalla Principessa Ketty ed a tal proposito, accanto a quadri, se ne trova un altro dipinto proprio da Guttuso, dal titolo: “La notte di Gibellina”.