Le ricette di Himera web: chiacchiere di Carnevale

Ad ogni bambino è concesso vestirsi come il proprio personaggio preferito. Tutti, tra bambini e ragazzi, scendono in strada lanciando coriandoli e stelle filanti. Quindi, è arrivato Carnevale? Si, è arrivato carnevale e si respira aria di dolci, sì proprio così, oggi Himeraweb.it vi propone un dolce friabile, delicato ma anche soffice, stiamo parlando delle Chiacchere di Carnevale

Le origini delle chiacchere

Chiacchere Carnevale

Le chiacchere, sono dei dolci tipici italiani. Le sue origini, probabilmente, risalgono a quella delle frictilia. Le chiacchiere cambiano il loro nome in base alla regione in cui vengono fatte. Cenci in Toscana , bugie in Liguria, galani in Veneto, frappe a Roma e così via…

La ricetta

La base è un impasto di farina, burro, zucchero, uova e una componente alcolica, come l’acquavite, il marsala o la grappa. Successivamente l’impasto viene tagliato a strisce, talvolta manipolate poi a formare un nodo (in alcune zone prendono infatti il nome di fiocchetti). Per la cottura ci sono due possibilità:

  • l’impasto viene fritto;
  • l’impasto viene cotto al forno.

Ingredienti

  • 500gr di Farina 00        
  • 1 baccello di vaniglia 
  • 30gr di Grappa 
  • 1 tuorlo 
  • 3 uova medie
  • 70gr di zucchero
  • 50gr di burro a temperatura ambiente
  • 6gr di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di sale fino

Preparazione

Per preparare le chiacchiere, setacciate la farina assieme al lievito e versate in una planetaria con foglia. Aggiungete lo zucchero , il sale, le uova sbattute in precedenza  e la grappa . Lavorate fino ad amalgamare bene gli ingredienti.

 Sostituite la foglia con il gancio , unite i semi della bacca di vaniglia e il burro , quindi continuate ad impastare per 15 minuti fino ad ottenere un composto omogeneo : dovrà risultare sostenuto ma abbastanza malleabile. Se necessario potete aggiungere 5/10gr di acqua. Trasferite l’impasto su un piano da lavoro, e maneggiatelo rapidamente per dargli una forma sferica .

Avvolgete il panetto con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti . Trascorso questo tempo, dividete la pasta in porzioni da 150 g circa e iniziate a lavorare ognuna singolarmente. Appiattite leggermente una prima porzione con il palmo della mano , infarinatela e stendetela con il tirapasta impostato sullo spessore più largo .

Ripiegate verso il centro i lati corti della striscia di pasta ottenuta , dopodiché tiratela nuovamente impostando ogni volta il tirapasta su uno spessore sempre minore, fino a raggiungere i 2 mm . Eseguite lo stesso procedimento su tutte le porzioni di impasto. Lasciate riposare qualche minuto la sfoglia tirata e nel frattempo portate l’olio alla temperatura di 150-160°. Con una rotella a taglio smerlato procedete sagomando dei rettangoli di circa 5×10 cm e praticando su ognuno due tagli centrali, paralleli al lato lungo .

Non appena l’olio ha raggiunto la giusta temperatura immergetevi 2-3 rettangoli di sfoglia con l’aiuto di una schiumarola  e fateli cuocere rigirandoli su ambo i lati fino a che non raggiungono la doratura. Scolate le sfoglie su carta assorbente e, una volta fredde, impiattatele e cospargetele con abbondante zucchero a velo setacciato .
Le vostre chiacchiere sono pronte.