Panico all’ufficio finanziario del comune, un uomo irrompe e un’impiegata perde i sensi

Panico questa mattina (10 marzo), intorno alle ore 12,25, nei locali dell’ufficio finanziario del comune di Termini Imerese, in via Garibaldi, quando un uomo D. B.  (lo stesso che nelle scorse settimane ha distrutto il portone della sede storica), ha fatto irruzione negli uffici dove il personale era impegnato ad effettuare lavoro straordinario al fine del recupero dei dati perduti a causa del recente attacco informatico al sistema del Comune.

Per fortuna, nella hall di ingresso vi era il portiere che ha subito cercato di calmare il D.B. che senza alcuna apparente ragione inveiva contro il sindaco e gli amministratori comunali. Una dipendente, intenta a lavorare,  per la spavento ha perso i sensi per qualche minuto, subito soccorsa dai colleghi presenti.  Nel frattempo il coraggioso portiere  riusciva a calmare l’esagitato in attesa dell’arrivo dei Carabinieri  e della Polizia di  Stato che hanno quindi bloccato e portato via D.B., attualmente ancora in caserma.

 Verrà, quindi, denunciato all’autorita giudiziaria per la seconda volta in pochi giorni e sempre per lo stesso reato (danneggiamento a bene pubblico).  Nelle prossime ore, così come prevede la normativa,  verrà rimesso in libertà. Non possiamo che augurarci la conclusione di questi episodi che potrebbero sfociare in reati con conseguenze ancora più gravi.

Per leggere della precedente irruzione clicca qui