Termini Imerese, presidio fisso dei Carabinieri in via Ciaula, il sindaco visita la ragazza aggredita

Dalla notte di Pasqua sono in presidio fisso i Carabinieri del 12 reggimento Carabinieri di Palermo e quelli di Termini Imerese per controllare la zona e mantenere l’ordine pubblico in via Ciaula,  a Termini Imerese, dove è scoppiata una rissa con gli extra comunitari ospitati nella struttura di accoglienza che si trova in quella zona, presso l’hotel Piccolo. La situazione in via Ciaula e nelle stradine del centro storico adiacenti è di alta tensione perché i residenti, preoccupati della presenza di questi giovani extra comunitari chiedono di spostarli in un altro luogo, per evitare problemi alle ragazze e ai bambini che risiedono lì. Nella notte di Pasqua, lo ricordiamo, tre giovani hanno aggredito una ragazza che si trovava a passare con il fidanzato (clicca qui per leggere cosa è successo). Ieri sera (2 aprile) il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, si è recato presso l’abitazione della ragazza aggredita. “Volevo sincerarmi delle condizioni di salute della giovane – ha raccontato il sindaco Francesco Giunta – Oggi, di concerto con il vice questore aggiunto del commissario di Polizia di Termini Imerese, Francesco Cassataro e con il comandante della compagnia dei Carabinieri, Federico Minicucci, contatteremo il Prefetto di Palermo per trovare  la soluzione più idonea al problema”.