Ospedale Termini Imerese, in aumento il trend nascite: si punta all’allattamento al seno

Cresce il trend di nascite nell’unità operativa di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale “Salvatore Cimino di Termini Imerese. Nel 2017 i parti presso il punto nascita di Termini Imerese sono stati 562 confermando il trend registrato nel 2016. E’ stato raggiunto anche l’obiettivo della percentuale della soglia del 20% per i primi cesarei raccomandata dal ministero della Salute come standard di appropriatezza assistenziale del parto. L’analisi dei dati dei primi mesi dell’anno 2018, dopo la nascita del primo nato dell’anno termitano Giorgio Napolitano (clicca qui per vederlo) registra un significativo aumento del numero dei parti; si registra infatti un incremento di circa il 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno 2016 e un incremento di circa il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno 2017. Durante il 2017 – secondo i  dati forniti dal primario Giuseppe Canzone che da anni guida l’unità operativa con positivi risultati in termini di numeri e qualità – sono stati tenuti 5 corsi di accompagnamento alla nascita (della durata di 8 settimane e con il contributo di tutte le figure professionali coinvolte nel percorso della nascita), sono aumentate le pazienti che hanno frequentato i corsi di accompagnamento alla nascita e si è anche registrato un aumento delle pazienti che scelgono di allattare al seno con notevoli benefici per la mamma e per il neonato.
“Un sincero ringraziamento a tutte le pazienti che hanno scelto il nostro punto nascita per la nascita dei loro bimbi mostrando apprezzamento per l’operato di tutto il personale ginecologico, ostetrico, pediatrico e anestesiologico a cui va la mia più sincera gratitudine così come un sentito grazie alla Direzione Aziendale per il sostegno costante assicurataci”, ha commentato il primario dell’unità operativa di Ginecologia e Ostetricia, Giuseppe Canzone. Particolare attenzione è stata dedicata da tutti gli operatori all’implementazione e all’umanizzazione del “Percorso nascita”.

“In collaborazione con l’unità operativa di Anestesia e Rianimazione è stata implementata anche la disponibilità della partoanalgesia per le pazienti che ne hanno fatto richiesta e che ne hanno potuto beneficiare  – aggiunge Canzone – Gli ambulatori specialistici attivi, unitamente al pronto soccorso ostetrico attivo h 24 con presenza attiva di personale ginecologico ostetrico e pediatrico, hanno erogato oltre 9.000 prestazioni“.

Le neomamme hanno mostrato molto apprezzamento per la disponibilità del nuovo blocco sala parto-sala operatoria (con nuove sale parto e nuove sale operatorie in linea con gli standard di sicurezza dei punti nascita raccomandati dall’Assessorato della salute) attivato sin dal mese di marzo del 2017 grazie all’impegno della direzione aziendale dell’ASP.  Nell’ultimo periodo si è registrato un significativo incremento dell’utenza che ha scelto il punto nascita di Termini Imerese, in particolare pazienti residenti nell’area costiera occidentale del comprensorio territoriale, testimoniando il buon “indice di attrazione” del punto nascita verso utenti che in precedenza sceglievano di partorire in altri punti nascita.