ULTIMA ORA. Vertenza Blutec: gli ex operai dell’indotto Fiat occupano il comune di Termini Imerese

Per un solo giorno hanno perso la mobilità in deroga. Da qualche ora 21 lavoratori delle aziende dell’ indotto Fiat hanno occupato il comune di Termini Imerese. Si tratterebbe di un cavillo burocratico -dicono gli operai esasperati – così abbiamo  perso la mobilità in deroga di tutto il 2017 e i primi 4 mesi del 2018″.

Operai Bienne Sud in protesta qualche anno fa

Intanto, il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, ha interessato il Prefetto di Palermo, Antonella De Miro. “Ci rimbalzano da un ufficio a un altro – ha detto il primo cittadino contattato telefonicamente dalla nostra redazione – stiamo cercando di venire a capo al problema”. Intanto, gli operai fanno sapere che non lasceranno il comune fino a quando non avranno rassicurazioni sulla soluzione del problema.

“Per questi lavoratori tutti si sono impegnati a trovare le soluzioni per dare la tutele degli ammortizzatori sociali  – ha commentato il segretario Fiom Sicilia, Roberto Mastrosimone –, pertanto chiediamo al governo regionale di sbloccare la tutela assieme al ministero del lavoro.

È inaccettabile che ancora adesso non si sia trovata una soluzione, anche in considerazione dell’accordo di programma sottoscritto il 22 dicembre 2014 da tutti: ministero del lavoro, ministero dello sviluppo economico, regione siciliana e comune di Termini Imerese. In particolare  – ha concluso Mastrosimone – la regione siciliana si era impegnata ad attivare le tutele con strumenti propri”.

PER VEDERE LA DIRETTA DELL’ASSEMBLEA CLICCA QUI

Seguiranno aggiornamenti