Ha un nome l’eroe che ha salvato l’uomo caduto ieri da un precipizio a Termini

L’uomo di Termini Imerese soccorso ieri dai vigili del fuoco del locale distaccamento è stato salvato da un giovane termitano di 21 anni. Il ragazzo si chiama Alberto Rizzotto, ed è stato il primo a dare l’allarme dopo aver sentito le urla del signore che ha oltre cinquant’anni, scivolato da una scarpata in contrada Fossola, mentre tornava dal mare, dopo aver pescato, alle prime luci dell’alba. 

Le parole del ragazzo termitano che ha salvato l’uomo

“Erano le ore 14, quando stavo percorrendo la strada per andare al mare a cercare le famose patelle –  ha raccontato il giovane termitano, Alberto Rizzotto  ho sentito le urla disperate di un uomo che chiedeva aiuto. Ho subito cercato di capire da dove provenisse la voce e in un luogo impervio ho visto l’uomo disteso a terra immobile pieno di sangue. Mi sono subito preoccupato e ho chiamato le forze dell’ordine e il 118, così sono sceso a piedi nel luogo dove si trovava l’uomo e gli ho dato un po’ d’acqua, tentando di tranquillizzarlo. L’uomo era visibilmente provato e disidratato perchè si trovava in quella posizione dalle ore 6 del mattino. Mi sono davvero spaventato, ma ho cercato di non fare capire nulla all’uomo”. 

Sul posto le forze dell’ordine e i vigili del fuoco

Fortunatamente le forze dell’ordine si sono immediatamente recate sul posto e hanno aiutato i due uomini. La zona era davvero difficile da raggiungere, così sono arrivati i carabinieri di Termini Imerese, gli agenti del commissariato di polizia termitano, i sanitari del 118 ed è stato necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco per portare in salvo l’uomo. Le operazioni di salvataggio sono partite dalla parte bassa della città, in particolare dalla zona portuale. infatti i mezzi hanno percorso la strada adiacente all’ex stabilimento ” Olis” di Termini Imerese, percorrendo la via ferroviaria che collega Termini Imerese a Trabia.