Cefalù, tre donne condannate per aver ferito in modo grave un’anziana

E’ arrivata la condanna per le due donne che nel Ferragosto dello scorso anno si erano rese protagoniste di una rissa furibonda all’interno di un campeggio di Cefalù. Allora ad avere la peggio era stata una signora anziana, alla quale è stata asportata la milza, lesionata dalle percosse ricevute.

Il fatto

I fatti si sono verificati la vigilia dello scorso ferragosto all’interno del camping “Costa Ponente” in località Mazzaforno. Dopo un crescendo di screzi tra più nuclei familiari per futili motivi tra cui fumi di barbecue molesti e schiamazzi, la sera del 14 agosto la situazione era degenerata e ad avere la peggio nello scontro fisico tra più elementi dei nuclei familiari coinvolti era stata un’anziana signora, ricoverata d’urgenza presso l’ospedale San Raffaele di Cefalù dove i sanitari, constatato lo spappolamento della milza, furono costretti ad asportarle l’organo.Le due donne, Rosalia Di Lorenzo, 32 enne palermitana del quartiere “Brancaccio” e Monica Spano, 37 enne di Bagheria sono condannate a cinque anni ciascuna. Una terza donna, Patrizia Pennino, era stata arrestata dalla polizia in un secondo momento, ha ricevuto una pena della durata di quattro anni e otto mesi. E’ stata anche liquidata una provvisionale alle vittime di ben 45mila euro. A volte dunque, la giustizia fa il suo corso e anche in tempi moderatamente brevi.