Video e ricetta rubrica “Sei quel che mangi” – Gelato di frutta e frutta secca

τ

 

Terzo appuntamento con la rubrica settimanale di SEI QUEL CHE MANGI. Ci siamo lasciati con una deliziosa “Insalata di pollo e avocado con salsa allo zenzero”, quest’oggi cambiamo registro!

ll caldo inizia a farsi sentire? Rinfreschiamoci con una ricetta superveloce, facile e golosa!
Oggi SEI QUEL CHE MANGI vi suggerisce il “gelato di frutta e frutta secca”.

Un connubio sempre più amato, una ricetta facile da preparare in pochi passi e soprattutto senza l’ausilio di una gelatiera. Vediamo subito come!

Ingredienti per tre coppe gelato: una alla fragola, una al kiwi e una coppa kiwi e una mista fragola-kiwi:
• 200 g di fragole
• 4 kiwi
• latte vegetale a scelta (o anche latte intero o scremato)
• 2 cucchiai rasi di miele
• frutta secca a piacere
• qualche fogliolina di menta

Preparazione
Tagliate a pezzetti la frutta e mettetela in freezer per due ore, insieme a due bicchieri di latte. Munitevi di un frullatore. Tirate fuori dal freezer sia la frutta che i bicchieri di latte circa 10 minuti prima di frullarli.

                          

Frullate prima i kiwi con un cucchiaio di miele e il latte ghiacciato. Se ce ne fosse bisogno aggiungete un po’ dello stesso latte liquido o anche acqua a temperatura ambiente.

                              

                              

Servite con della frutta secca a piacere, e decorate con qualche fogliolina di menta. Procedete allo stesso modo per ottenere il gelato alla fragola. Mettetevi comodi e godetevi il vostro gelato!

                          

                           

Approfondimenti

Con il nome di frutta secca chiamiamo comunemente noci, nocciole e mandorle, pistacchi, macadamia, pinoli ecc. Le proprietà della frutta secca sono straordinarie anche a fronte di calorie importanti. Oltre a condividere la ricchezza in lipidi, questo tipo di frutta secca si caratterizza per un discreto contenuto proteico, vitaminico e minerale.

La frutta secca andrebbe mangiata lontano dai pasti principali, contestualizzata in spuntini magari in abbinamento a frutta fresca. Una porzione ragionevole non dovrebbe comunque superare i 20 grammi. La frutta secca, consumata durante tutto l’anno, al naturale, è dunque un valido alleato per la salute.