Martina Bologna, la ragazzina di 13 anni annegata è morta, i genitori donano gli organi

Un giorno come gli altri si è trasformato in un terribile incubo. Martina Bologna, questo il nome della tredicenne che, domenica scorsa, mentre prendeva il sole su una scogliera a Isola delle Femmine è stata trascinata dalle onde del mare.

Un gesto di generosità da parte dei genitori 

A soccorrere la ragazzina sono stati due bagnini della struttura alberghiera, Cosimo e Calogero Favaloro. Martina è stata immediatamente portata all’ospedale Cervello di Palermo, ma le sue condizioni sono peggiorate, fino a morire. La morte della ragazzina potrebbe avere conseguenze giudiziarie, infatti sono stati ascoltati tutti, compresi i testimoni. I genitori, non hanno mai abbandonato l’ospedale, credendo fino alla fine in un miracolo. Amici, parenti, compagni di scuola tutti dietro alla porta di quel reparto a pregare per Martina. Ma i genitori della piccola, nonostante la difficile perdita, hanno fatto una scelta d’amore, quella di donare gli organi. Una giornata di sole, quella della piccola Martina, che si è trasformata in una e vera tragedia.