Una foto postata dal sindaco Giunta su Facebook scatena la critica di parte della minoranza consiliare

Ieri il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, ha pubblicato su Facebook un’ennesima foto per sensibilizzare i cittadini contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Il post è stato anche condiviso dall’assessore all’ambiente Salvatore Messineo. L’immagine in questione (vedi foto sopra in evidenza) che ritraeva una donna intenta ad abbandonare rifiuti in un luogo di campagna, però, non è stata scattata in una contrada di Termini Imerese, ma in un centro di un comune della Sardegna. Ciò ha scatenato la polemica da parte dei consiglieri di minoranza Maria Terranova, seguita poi da Salvatore Di Lisi e Claudio Merlino. Nei post dei tre consiglieri comunali è chiaro il messaggio sarcastico nei confronti del sindaco “colpevole” di aver pubblicato una foto fake, in cui si invita il sindaco a chiedere scusa per questo ai cittadini termitani.

Nel post dei consiglieri comunali Maria Terranova, Salvatore Di Lisi e Claudio Merlino, si legge: “SINDACO GIUNTA: Sparti Lei? Il Sindaco Giunta, seguito dall’Assessore Messineo, è talmente bravo da voler sanzionare e punire una donna che nel 2015 gettò l’immondizia in Sardegna.
Ebbene sì, Giunta pubblica una foto di una presunta infrazione, inducendo tutti a credere che si tratti di Termini ma non è cosi. È una foto fake.
Gli daranno la cittadinanza onoraria sarda”.

Ma il sindaco Francesco Giunta replica: “Questa l’opposizione costruttiva sulla quale possiamo contare nella nostra Città. Invece di contribuire a diffondere il senso civico, preferiscono trascorrere il tempo a “giocare“. Secondo loro dovrei chiedere scusa ai concittadini perché ho postato una foto, peraltro priva di didascalia (proprio perché presa a caso sul web),  al fine di trasmettere il messaggio che non si conferisce indiscriminatamente e che si può essere beccati in ogni istante. Fino ad oggi ho sempre tenuto al dialogo costruttivo con le minoranze, evidentemente si preferisce solo distruggere”.

I post di critica al sindaco pubblicati dai consiglieri su Facebook