Cefalù: misure straordinarie a tutela della pubblica incolumità e del decoro nelle spiagge

Il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, in occasione del periodo estivo e a partire da Ferragosto (14 agosto),  ha emesso un’ordinanza per la tutela dell’incolumità, la vivibilità e il decoro, a garanzia dei residenti e dei numerosi visitatori che affollano la città di Cefalù e le spiagge del suo litorale.

L’ordinanza

Premesso:
Che l’ordine e la sicurezza urbana sono fondamentali per la tutela dell’incolumità, la vivibilità e il decoro, a garanzia dei residenti e dei numerosi visitatori che nel periodo estivo affollano la città di Cefalù e le spiagge del suo litorale;

Che è compito dell’amministrazione comunale porre in essere ogni utile iniziativa finalizzata ad implementare il livello di sicurezza, di vivibilità urbana e di tutela della incolumità pubblica, mediante provvedimenti diretti a prevenire e contrastare situazioni che favoriscono l’insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità in determinate aree del territorio comunale e delle spiagge del litorale interessate da rilevanti flussi di persone;

Che l’art. 8 del D.L. 20/02/17 n°14 ha apportato modifiche agli artt. 50 e 54 del D.lgs. 267/2000 rafforzando il potere di intervento del Sindaco che può disporre con Ordinanza limitazioni in materia di orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche ed anche vietare tutti quei comportamenti che comunque turbano l’utilizzo degli spazi pubblici e demaniali comprese le spiagge ;

Considerato che:

Il consumo di bevande alcoliche in eccesso e in determinate circostanze, può essere causa di fenomeni di disordine urbano, atti vandalici, disturbo della quiete pubblica, imbrattamento delle aree pubbliche e delle spiagge connesso con l’abbandono di rifiuti e di vetro spesso frantumati, che oltre ad arrecare pregiudizio al decoro ed alla vivibilità urbana costituiscono pericolo per l’incolumità dei cittadini e dei turisti ;

Considerato che, in passato, si è potuto constatare che le bevande alcoliche trasportate e detenute per asporto, vengono consumate in aree pubbliche e sulle spiagge ed i relativi contenitori, per lo più in vetro, sono abbandonati ovunque ed in particolare sul Lungomare “ G. Giardina” e sul sottostante arenile ;

visto il Regolamento di Polizia urbana ;
Visto il D.Lgs. 267/2000;
Visto il D.L. 20/02/17, n.14 e successive modifiche ed integrazioni ;
Vista l’Ordinanza 20/18, sulla sicurezza delle spiagge e delle attività balneari, emessa dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Termini Imerese ;
Considerata l’alta densità turistica del territorio del Comune di Cefalù

O R D I N A:

In tutto il territorio comunale, dalle ore 21,00 alle ore 7,00 di tutti i giorni dal 14 agosto al 31 ottobre 2018 è istituito:

Il divieto di vendita per asporto, sia in forma fissa che ambulante, di bevande alcoliche contenute in bottiglie di vetro;

Il divieto di consumo in aree pubbliche, su tutto il territorio comunale, comprese le spiagge, di bevande contenute in bottiglie di vetro con esclusione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione ;

Il divieto di detenere bottiglie di vetro, in area pubblica, su tutto il territorio comunale, comprese le spiagge;

In tutto il territorio comunale, dalle ore 00,00 alle ore 24,00 di tutti i giorni dal 14 agosto al 31 ottobre 2018 è istituito:

Il divieto di campeggio sulla spiaggia;

Il divieto di accendere fuochi sulla spiaggia;

Il divieto di fare bivacco sulla spiaggia e sulle aree pubbliche;

Per consentire la pulizia delle spiagge del territorio comunale, le occupazioni sulla spiaggia, di qualsiasi natura: asciugamani, sedie ed altro dovranno essere rimosse dalle ore 05,00 alle ore 07,00 di ogni giorno, con esclusione degli stabilimenti balneari e delle altre strutture autorizzate;

Salvo che il fatto non costituisca più grave reato, chiunque viola le disposizione di cui alla presente Ordinanza è punito a sensi dell’art. 650 c.p. e con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 100,00 ad euro 500,00, ai sensi dell’art. 7 bis del D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

La presente Ordinanza è immediatamente esecutiva e sarà pubblicata all’albo pretorio comunale on-line è trasmessa alla Prefettura di Palermo, nonché alla polizia municipale e alle altre FF.OO. per garantirne l’osservanza.

Il Sindaco
Rosario Lapunzina