Raccolta differenziata: multe fino a 600 euro nell’area industriale per bloccare anche i non residenti a Termini Imerese

Questa mattina il nucleo speciale della Polizia Municipale NOVIP (Nucleo Operativo Vivibilità ed Igiene Pubblica) di Termini Imerese nella zona industriale, nell’ambito dei controlli del territorio volti a far rispettare l’ordinanza sindacale che regolamenta il conferimento dei rifiuti solidi urbani, ha emesso multe fino a 600 euro.  Gli agenti hanno fermato persone che abbandonavano rifiuti indifferenziati a terra nelle vicinanze della ex postazione Bienne Sud (rimossa da oltre una settimana), ai quali è stato contestato l’articolo 255 del DL 152/2006.
Anche nei giorni scorsi sono state numerose le contestazioni, di importi inferiori da 50 a 166 euro, per molti che provenienti dai paesi limitrofi avevano individuato il territorio di Termini Imerese quale luogo di conferimento indiscriminato. Numerose anche le infrazioni rilevate dagli ispettori Ambientali volontari dipendenti dall’ufficio Aro.
Il NOVIP nucleo speciale della Polizia Municipale sta monitorando, in particolare, le vie di accesso al territorio comunale prevedendo turnazioni notturne, con l’intento di eliminare la migrazione dei rifiuti provenienti dai comuni vicini che inevitabilmente contribuiscono ad incrementare vertiginosamente le  le spese di conferimento in discarica che, inevitabilmente ricadono sui contribuenti termitani.

Si preannunciano, dunque, “tempi duri” per chi non intende adeguarsi alla nuova ordinanza sindacale e conferisce i rifiuti nei luoghi e negli orari non previsti dal nuovo eco-calendario. L’obiettivo dell’amministrazione, più volte ribadito, è quello di ridurre i conferimenti in discarica al fine di ottenere la diminuzione dei costi di conferimento con conseguente beneficio per la città e per l’ambiente.

Intanto, questa mattina si è tenuta una riunione al comune per discutere sulla questione rifiuti. Clicca qui per approfidire

Foto archivio Google