Scomparsa Farina-Colletta: Mariano potrebbe essere vivo

Vi abbiamo già raccontato il giallo di Mariano Farina e Salvatore Colletta, i due ragazzini originari di Termini Imerese e Casteldaccia scomparsi nel 1992. Oggi, a distanza di 26 anni, arriva una nuova sconvolgente ipotesi: Mariano potrebbe essere vivo.

La pista dell’avvocato della famiglia Colletta

Nel corso degli anni sono state molteplici le piste intraprese dagli inquirenti e con esse le ipotesi che si sarebbero poi rivelate false.
L’ultima pista però, stavolta arriva dall’avvocato della famiglia Colletta.
Secondo quanto riportato sull’articolo di Repubblica uscito questa mattina, sarebbe stato l’avvocato dei Colletta, attraverso un investigatore, a rintracciare Mariano Farina.
Con queste motivazioni e con la pista che avrebbero tra le mani, la famiglia Colletta si è opposta alla richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Palermo ed ha convinto il Gip.

Secondo quando riportato, la traccia che porterebbe a Mariano sarebbe concreta e reale e quindi, andrebbe seguita. Infondo solo rintracciando lui si potrebbe capire tutto ciò che accadde quel 31 marzo 1992.

Il gip ha, così, scritto una ordinanza precisa nella quale, oltre a rigettare l’archiviazione e disporre un supplemento di indagine, indica alla Procura tutti i passi da compiere.

La nuova pista darebbe ragione alla mamma di Salvatore Colletta che nel ’92 rimase inascoltata. La donna infatti, all’epoca disse di aver visto Mariano correre da solo ore dopo la scomparsa dei due ragazzini.
Fra l’altro sarà complesso anche riascoltare i familiari proprio di Mariano che già dal 1999 vivono negli Stati Uniti.

Il giallo resta complesso, ma se le ipotesi fossero vere, finalmente le due famiglie potrebbero arrivare ad una verità rimasta nascosta per 26 anni.

Himeraweb.it già mesi fa era riuscita a rintracciare i genitori di Mariano che vivono in America e in quell’occasione avevano mandato un videomessaggio. Per guardare il video clicca qui.