L’ Aress Fabiola di Termini Imerese cerca 551 volontari per il servizio civile

L’ Aress Fabiola di Termini Imerese cerca 551 volontari per il servizio civile

L’ Aress Fabiola di Termini Imerese cerca 551 volontari per il servizio civile

Aperto il bando di selezione per 551 volontari presso l’associazione Aress Fabiola di Termini Imerese, ente accreditato in prima classe all’albo nazionale per la Gestione del Servizio Civile Nazionale. L’associazione ha avuto approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Ufficio Nazionale per il Servizio Civile – quattordici progetti denominati: “Bisogna averne cura”, “E’ tempo per noi”, “In…formati è meglio”, “Io sono qui”, “La bellezza di esserci”, “La vita è adesso”, “Le tre erre riuso riciclo risparmio”, “Missione possibile”, “Negli occhi dei ragazzi”, “Siedimi accanto”, “Tutto in un abbraccio”, “Un anno insieme”, “Un mondo migliore” e “Un sorriso per accogliere”.

Alla selezione potranno partecipare ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 ed i 29 anni non compiuti (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda. I progetti, che impegneranno i volontari per un anno in diversi settori, vanno dalla valorizzazione del patrimonio artistico all’assistenza a favore di anziani, minori e disabili e all’educazione culturale a favore dei minori.

I progetti

Il progetto “Bisogna averne cura” coinvolgerà 48 volontari in attività volte alla valorizzazione dei centri storici nei comuni di: Caltavuturo, Castelbuono, Castronovo di Sicilia, Cefalà Diana, Chiusa Sclafani, Prizzi, Alimena e Bisacquino. Il progetto “E’ tempo per noi” coinvolgerà 50 volontari in attività di assistenza a favore dei disabili nei comuni di: Barcellona Pozzo di Gotto, Prizzi, Bisacquino, Termini Imerese, San Filippo del Mela, Castronovo di Sicilia, Palermo, Castelbuono e Caltavuturo. “La bellezza di esserci” vedrà impegnati 50 volontari in assistenza agli anziani dei comuni di: Alia, Caltavuturo, Campofelice di Fitalia, Lascari, Campofelice di Roccella e Castelbuono. Il progetto “Missione possibile” coinvolgerà 40 volontari in attività a favore della terza età nei comuni di: Termini Imerese, Cefalà Diana, Sclafani Bagni e Bolognetta. “Tutto in un abbraccio”, sempre nel settore dell’assistenza agli anziani, impegnerà 33 volontari nei comuni di: Roccavaldina, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, Santa Lucia del Mela, Saponara, Spadafora e Torregrotta.

Il progetto “Un anno insieme” vedrà coinvolti 44 volontari in attività di assistenza ali anziani nei comuni di: Spadafora, Condrò, Gualtieri Sicaminò, Monforte S. Giorgio, Pace del mela e Rometta. Il progetto “Un mondo migliore” vedrà coinvolti 48 volontari in attività a favore degli anziani nei comuni di: Prizzi, Bisacquino e Castronovo di Sicilia. “Un sorriso per accogliere” coinvolgerà 8 volontari in attività di assistenza a favore dei minori che saranno realizzate presso l’Associazione Il Tetto Casal Fattoria sita in Roma.

Il progetto “Le tre erre riuso riciclo risparmio” impegnerà 40 volontari in attività di educazione e promozione culturale allo scopo di sensibilizzare i cittadini alle problematiche relative alla salvaguardia dell’ambiente nei comuni di: Bisacquino, Ficarazzi di Palermo, Castronovo di Sicilia, Castelbuono, Campofelice di Roccella, Alia e Caltavuturo. Il progetto “In…formati è meglio” vedrà coinvolti 12 volontari in attività di educazione e promozione culturale destinate al potenziamento degli sportelli informativi del Comune di Lascari. Il progetto “Io sono qui” impegnerà 50 volontari in attività di educazione e promozione culturale, animazione culturale verso minori e tutoraggio scolastico nei comuni di: Castronovo di Sicilia, Cefalà Diana, Chiusa Sclafani, Lascari e Campofelice di Roccella.

Il progetto “La vita è adesso” impegnerà cinquanta volontari in attività di educazione e promozione culturale, animazione culturale verso minori e tutoraggio scolastico: Bisacquino, Caltavuturo, Prizzi e Alia. “Negli occhi dei ragazzi” vedrà coinvolti 43 volontari in attività educazione e promozione culturale, animazione culturale verso minori e tutoraggio scolastico che saranno realizzate nei comuni di: Roccavaldina, San Filippo del Mela, San Pier Niceto, Santa Lucia del Mela, Gualtieri Sicaminò, Monforte San Giorgio e Villafranca Tirrena.

Il progetto “Siedimi accanto” impegnerà 35 volontari in attività di educazione e promozione culturale, animazione culturale verso minori e tutoraggio scolastico che saranno realizzate nei comuni di: Spadafora, Torregrotta, Condrò, Rometta e Saponara.

Come partecipare

Ai volontari sarà corrisposto un rimborso mensile pari a 433,80 euro. Le domande dovranno essere presentate direttamente all’ente promotore del progetto in una delle seguenti modalità:

– A mano presso la sede sita in Via Garibaldi n. 63 – Termini Imerese;

– All’indirizzo di posta certificata aressfabiola@docucert.it esclusivamente da Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare il candidato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

– A mezzo “raccomandata A/R” all’indirizzo: Associazione Aress Fabiola onlus – Piazza delle Terme 16/a; – 90018 Termini Imerese. Fa fede in timbro postale.

La domanda deve essere consegnata in busta chiusa, specificando all’esterno il nome del candidato e il titolo del progetto prescelto. (Es. NOME CANDIDATO – Servizio Civile Nazionale – Bando Ordinario 2018 – Domanda di Partecipazione progetto “NOME PROGETTO”).

Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018. In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 18.00 del 28 settembre 2018; l’ente appone sulla domanda un timbro recante data e orario di acquisizione. Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate e pervenute oltre i termini innanzi stabiliti non saranno prese in considerazione.

Sul sito http://www.aressfabiola.it tutte le informazioni e la modulistica necessaria per la presentazione della domanda.



redazione

leave a comment