Palermo Pride 2018, la parata dei diritti e della libertà. Per il sindaco di Palermo “è la festa di tutti”

Tra i colori della libertà per essere ciò che si vuole, il Foro Italico, ieri, si è riempito di tantissima gente: uomini, donne, bambini e migranti hanno sfilato alla parata del Pride di Palermo 2018, mostrando che ogni forma di libertà è un diritto inalienabile. 

La parata dei diritti e della libertà

Alla parata dei diritti umani, a sostenere lo striscione “Palerm*Pride” sono stati  il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che ha mostrato grande solidarietà nell’ospitare questo grande evento, il comandante della “Open Arms “, Roberto Gatti, il deputato di “Si Erasmo”, Palazzotto e  Düsseldorf  Thomas Geisel. Tra le file del corte era presente anche Massimo Milani, fondatore di Arcygay vestito con coperte termiche di colore giallo e dipinto di nero, simbolo di solidarietà per i migranti. 


In sindaco di Palermo : ” Il Gay Pride è la festa di tutti”

“Ormai da anni  il Pride di Palermo non è più il “Gay pride”, è la festa dei diritti di tutti e di tutte, degli omosessuali, delle donne, dei bambini, dei migranti, degli anziani, dei lavoratori… “

Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando su Palermo Today, ha voluto ricordare la manifestazione dei diritti universali, che ogni anno vede sfilare milioni di persone  con bandiere colorate e manifesti sulla pace e sulla liberà.

Il Pride di Palermo è  la festa di tutti coloro che vivono a Palermo o che scelgono di vivere a Palermo – continua il primo cittadino – Una festa che quest’anno assume un significato ancora più importante nel momento in cui, così come avvenne col Fascismo e con il Nazismo tanti anni fa, qualcuno comincia ad attaccare i diritti di alcuni ‘per scherzo’. Ieri Mussolini cominciò ‘per scherzo’ ad attaccare gli ebrei, oggi qualcuno attacca ‘per scherzo’ i migranti. Poi arrivarono, da Mussolini e Hitler gli attacchi contro i Rom, gli omosessuali, le persone con disabilità. Oggi siamo già in un’epoca pre-fascista in Italia e in Europa. Per questo essere al Pride è non solo giusto ma anche necessario”.“

 

La fotografa Letizia Battaglia al Pride: ” È importante esserci”

La fotografa Letizia Battaglia, ieri,  ha sfilato insieme a Porpora Marcasciano, madrina del Pride di quest’anno, sopra una motocarrozzetta con la sua inseparabile macchina fotografica, pronta ad intrappolare  ancora una volta le testimonianze di un evento storico così importante per il popolo palermitano. “In questo periodo i diritti delle donne, dei pensionati, degli anziani, dei malati, sono negati, non solo quelli degli omosessuali, afferma Letizia Battaglia su Palermo Today. C’è una ferocia di comportamento -continua la fotografa palermitana – che fa paura. Qui cerchiamo di difendere i diritti con il sorriso qui, ma anche in altri luoghi. È importante esserci. Io sono una madrina vecchia ma anche giovane”.

Il video 

In diretta dal Gay Pride di Palermo

Gepostet von Himerah24 am Samstag, 22. September 2018

.