“Due anni a Brancaccio con Padre Puglisi”: online il book trailer del termitano Mario Catalano

Tutti, o quasi, conosciamo la vita di don Pino Puglisi, ma sono molti gli aspetti inediti e umani che fino ad ora sono rimasti nascosti. Il libro del termitano Mario Catalano raccoglierà proprio gli aspetti inediti del Beato che ha sfidato la mafia, morto dopo aver dedicato la vita agli altri.
Mario Catalano ci racconterà la sua storia attraverso le parole di Gregorio Porcaro, attraverso le testimonianze di chi ha avuto modo di viverlo e di vivere accanto a lui la sua lotta alla mafia.

La vita di Gregorio Porcaro e le rivelazioni di aspetti inediti di umanità di don Pino Puglisi che arricchiscono con testimonianze dirette la figura rivoluzionaria e cristiana del Beato che, in nome del Vangelo, ha sfidato la mafia sono i temi principali del libro del giornalista termitano.

 

La dichiarazione dell’autore Mario Catalano

«Ringrazio Gregorio e tutti coloro che hanno dato il loro contributo per realizzare il libro e il book trailer – commenta Mario CatalanoC’è ancora molto da fare per combattere la mafia. Bisogna dare speranza alle nuove generazioni. Gregorio e don Pino Puglisi ci sono riusciti. Il parroco di Brancaccio è stato un grande rivoluzionario. I ragazzi sono stanchi delle solite passerelle antimafia. Ci vogliono fatti concreti».

Il momento della consegna del libro a Papa Francesco

Inoltre, va menzionato che l’autore del libro ha consegnato una copia della sua prima fatica anche a Papa Francesco durante la sua visita a Palermo in occasione del venticinquesimo anniversario della morte del parroco di Brancaccio.
L’opera, edita dalla Casa Editrice Edizioni Arianna (www.edizioniarianna.it) con la prefazione di Giuseppe Antoci, da questo mese sarà in libreria.

 

La dichiarazione di Gregorio Porcaro

«Ho subito accettato la proposta di Mario nel mettere nero su bianco una parte importante della mia vita – ha detto Gregorio PorcaroNel libro racconto dalla prima volta in cui ho conosciuto padre Puglisi fino alla collaborazione con Luigi Ciotti, due splendide persone simili e diverse allo stesso tempo, ma segno concreto che qualcuno lassù ci osserva con amore e in maniera speciale. Condivido quanto detto da sua santità Papa Francesco a Palermo: servono uomini d’amore non uomini d’onore; l’amore di 3P era grande – ha aggiunto – e sicuramente giorno dopo giorno i suoi semi piantati a Palermo per loro natura non possono fare altro che germogliare. Bisogna ancora camminare, cercare e trovare le radici per costruire il futuro di questa terra».

Le parole di Giuseppe Antoci

«Mario è riuscito, con mirabile abilità, a trasmettere al lettore impulsi di legalità ma soprattutto di speranza» – sottolinea Giuseppe Antoci, che ha scritto la prefazione del libro – Una grande occasione per rivivere attraverso le pagine del libro la passione che animava don Pino Puglisi e il modo di coinvolgere Gregorio nella sua strada bella e difficile».

Il commento di Gaetano Porcasi

«Mi è piaciuto molto il progetto del giovane giornalista siciliano. Così, abbiamo deciso, insieme allo scrittore, di inserire nel libro tre miei quadri dedicati alla figura di don Pino Puglisi – aggiunge il pittore di impegno civile, Gaetano PorcasiMi ha colpito soprattutto la sua volontà di scrivere uscendo fuori dalla società tutta omologata. Quando un giovane giornalista lavora e vuole il riscatto della nostra terra significa che non dobbiamo arrenderci».

Il book trailer

Il libro è stato patrocinato da: Città di Termini Imerese, Comune di Godrano, Comune di Palermo, Città Metropolitana di Palermo e Assessorato Regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana.

Link pagina Facebook libro: https://www.facebook.com/dueanniabrancaccioconpadrepuglisi/?modal=admin_todo_tour