Mobilità e Cig in deroga proroga dal 2019 anche per gli operai dell’indotto ex Fiat

Arriva la proroga di dodici mesi per la mobilità in deroga nelle aree di crisi complessa e scompare la soglia minima di 100 lavoratori per usufruire della cassa integrazione straordinaria.
Mobilità in deroga prorogata anche per i lavoratori dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese.

Disposizioni urgenti per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili (decreto-legge).
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte, ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili.

Di seguito alcune tra le principali misure previste.

Misure per il lavoro

Il decreto contiene disposizioni in materia di Cig per riorganizzazione o crisi aziendale: si consente la proroga degli ammortizzatori sociali per il 2018 e 2019 per le imprese con più di 100 dipendenti, che abbiano problemi occupazionali. La cassa integrazione può essere concessa per 12 mesi per riorganizzazione aziendale e sei mesi per il caso di crisi.
Trattamento di mobilità in deroga: il trattamento di mobilità in deroga è concesso per 12 mesi a favore di quei lavoratori che hanno cessato o cessano la mobilità ordinaria o in deroga dal 22 novembre 2017 al 31 dicembre 2018 a condizione che a questi lavoratori siano applicate misure di politica attiva. La stessa misura si applica ai i lavoratori dell’area di Termini Imerese e Gela che godono di tale trattamento dal 2016.