Parto numero 500 all’ospedale di Termini Imerese

L’unità operativa complessa di Ostetrica e Ginecologia dell’ospedale “Salvatore Cimino” di Termini Imerese taglia anche quest’anno il traguardo del parto numero 500, raggiungendo a due mesi dalla fine dell’anno, lo standard richiesto dal Ministero della Salute. Alle ore 11,15 dello scorso 26 ottobre è venuta alla luce una bimba Marisol Dellaira, del peso di 2.710 kg, secondogenita di papà Cristian e mamma Carmela Ponziano, è nata con parto cesareo.

Nel 2017 erano stati oltre cinquecento i nati nell’ospedale termitano con una percentuale di tagli cesarei al di sotto del 20%, così come richiesto dalle “indicazioni” ministeriali, nel 2018 si pensa di raggiungere quota seicento. “Anche quest’anno abbiamo raggiunto precocemente il traguardo richiesto dagli standard ministeriali arrivando così al parto numero 500 – ha affermato il direttore dell’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia, Giuseppe Canzone che di recente è stato nominato direttore del presidio ospedaliero di Termini Imerese –. Un ringraziamento va a tutti gli operatori, medici, pediatri, ostetrici, infermieri che con serietà, professionalità e

sensibilità hanno quotidianamente accolto e sostenuto le partorienti che si sono rivolte alla nostra struttura. Un grazie particolare alla Direzione generale che ha costantemente sostenuto il percorso di adeguamento strutturale e tecnologico del punto nascita fino al suo completamento”.

All’interno del nuovo complesso operatorio sono presenti, tra l’altro: due sale travaglio-parto e post partum per il parto fisiologico, di cui una con vasca per il parto in acqua; una sala operatoria dedicata h 24 per le emergenze-urgenze ostetriche; una sala operatoria per le attività chirurgiche di ginecologia e ostetricia programmate (con specifiche tecnologie per le attività chirurgiche di endoscopia ginecologica) e l’isola neonatale.



redazione

leave a comment