La replica del deputato M5S Sunseri a Mastrosimone scatena le polemiche sul web tra gli operai

La replica del deputato M5S Sunseri a Mastrosimone scatena le polemiche sul web tra gli operai

La replica del deputato M5S Sunseri a Mastrosimone scatena le polemiche sul web tra gli operai

Il botta e risposta tra il deputato del M5S Luigi Sunseri e il segretario della Fiom Sicilia, Roberto Mastrosimone ha suscitato non poche reazioni sui social da parte degli operai della Blutec e dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese. La scintilla si è accesa dopo la pubblicazione di un post di Sunseri che ha criticato aspramente l’azione del neo segretario generale della Cgil, Maurizio Landini:

 

 

 

 

A questo è seguita la replica del dura replica del segretario della Fiom, Roberto Mastrosimone: «Il Sunseri, anziché trascorrere il suo tempo sui social a sentenziare contro Landini che in questo caso era presente in qualità di una rappresentanza diffusa come avviene in democrazia, si occupi del suo territorio e delle problematiche che affliggono oltre mille lavoratori. Landini, nella manifestazione del 2013 era presente in qualità di segretario genarale della Fiom nazionale che continua ad essere contraria alla Tav, invece, adesso è stato presente in qualità di segretario generale della Cgil, in questo caso ha assunto una posizione diversa perché la Cgil stessa ha sempre avuto una posizione diversa dalla Fiom: questa è la dimostrazione che dentro la nostra organizzazione si decide usando la democrazia, a differenza del M5S che decidono la Casaleggio Associati e Di Maio – continua Mastrosimone -. In Cgil si diventa segretario perché lo decidono cinque milioni e mezzo di iscritti che pagano volontariamente la delega sindacale, a differenza di altri che con qualche click sostenuto in gruppi social diventano deputati.
Maurizio Landini, è bene ricordarlo ha iniziato a lavorare all’età di 14 anni come operaio saldatore e da umile operaio, dopo un lungo e faticoso percorso che lo ha premiato, è diventato segretario Fiom e adesso segretario Cgil, a differenza di altri che parlano di poltrone ma che ci sono arrivati non avendo lavorato ma perché rispondono ai loro “padroni”. 
Io consiglierei a Sunseri – ha aggiunto Mastrosimone – di occuparsi delle questioni che riguardano Termini Imerese e il territorio e non di questioni di cui non conosce il percorso e la storia. Ricordo a Sunseri che lo scorso ottobre lui e il ministro Di Maio si sono presentati davanti ai cancelli della fabbrica imerese promettendo soluzioni concrete. Ad oggi, invece, non solo tutto tace ma abbiamo in ballo la questione legata alla cassa integrazione e l’esclusione dei 62 lavoratori Naspi ( 44 della SSA e 18 della Manital) che sono rimasti esclusi da ogni forma di tutela. Ha fatto bene Di Maio ad andare a casa dei 21 lavoratori dell’indotto a prendersi i meriti per aver ottenuto le tutele per loro, ma ha fatto male a promettere soluzioni per questi 62 lavoratori rimasti senza tutela come aveva promesso Di Maio e Sunseri e ora vadano a trovare a casa Sunseri.
Se ci riesce Sunseri – ha concluso il segretario della Fiom Sicilia – si occupi di Termini Imerese e la smetta di occuparsi di questioni a lui sconosciute. La prossima settimana metteremo in campo nuove inziative per tenere alta l’attenzione sulla vertenza che sembra nuovamente essere dimenticata».

La replica di Sunseri a Mastrosimone

«I sindacati e i sindacalisti che fino ad oggi hanno campato sulle spalle della vertenza Fiat dovrebbero tacere. Anche loro sono colpevoli dello stato attuale delle cose in quanto hanno avallato per anni scelte irrazionali e dannose, che fin dall’inizio il Movimento 5 Stelle ha condannato.
La smettano di fare politica sulle spalle dei lavoratori. 

Luigi Sunseri

Blutec deve immediatamente rispettare i vincoli che le sono stati concessi dal governo. In caso contrario questo territorio dovrà essere liberato da questa nube che ci ha condotto ad un ritardo atavico nello sviluppo.
Hanno fallito e dovrebbero rimanere in silenzio. Hanno permesso scelte che hanno soffocato qualsiasi idea di sviluppo alternativo del territorio prendendo in giro decine di migliaia di persone.
Avrebbero dovuto difendere i lavoratori dalle falsità, dalle bugie e dall’incapacità dei governi che hanno preceduto quello del Movimento 5 Stelle ed invece hanno fatto il loro gioco.
Non hanno alcun titolo per attaccare questo governo, che sin dal suo insediamento ha dimostrato massima attenzione nei confronti delle aree di crisi complessa.
Non ci faremo di certo intimorire da questi attacchi. Continueremo a lavorare per il bene della nostra Terra. Facendo parlare i fatti, come sempre».

Le reazioni degli operai

La replica di Sunseri ha così suscitato un’ondata di reazioni e commenti sul post da lui pubblicato e sui gruppi Facebook che riguardano la vertenza e la politica termitana. Gli operai difendono l’azione dei sindacati svolta fino ad oggi e, disperati ed esasperati dall’incerto destino che riguarda il rilancio dell’ex fabbrica automobilistica, chiedono maggiore attenzione dal ministro Di Maio. Le ex tute blu annunciano anche nuove iniziative di lotta nei prossimi giorni.

Related Posts

Termini Imerese, trovata una delle poiane della colonia che stanzia sul monte San Calogero – LE FOTO

Commenti disabilitati su Termini Imerese, trovata una delle poiane della colonia che stanzia sul monte San Calogero – LE FOTO

Furto nella notte all’hotel Santa Lucia: tre arresti a Cefalù

Commenti disabilitati su Furto nella notte all’hotel Santa Lucia: tre arresti a Cefalù

Viadotto Himera, pubblicato il bando: lavori da un milione e 200 mila euro

Commenti disabilitati su Viadotto Himera, pubblicato il bando: lavori da un milione e 200 mila euro

Salvatore Messineo è il nuovo assessore al comune di Termini Imerese, subentra a Nino Dispensa -VIDEO

Commenti disabilitati su Salvatore Messineo è il nuovo assessore al comune di Termini Imerese, subentra a Nino Dispensa -VIDEO

Termini Imerese, l’Artillerie Jazz Quintet in concerto

Commenti disabilitati su Termini Imerese, l’Artillerie Jazz Quintet in concerto

Operazione antidroga dei carabinieri: tre in manette

Commenti disabilitati su Operazione antidroga dei carabinieri: tre in manette

ULTIMA ORA. Ricorso in appello di Fasone, Piro, Curreri e Ciofalo al sindaco Giunta LA DIRETTA

Commenti disabilitati su ULTIMA ORA. Ricorso in appello di Fasone, Piro, Curreri e Ciofalo al sindaco Giunta LA DIRETTA

L’assessore regionale al Turismo a Termini Imerese- VIDEO INTERVISTA

Commenti disabilitati su L’assessore regionale al Turismo a Termini Imerese- VIDEO INTERVISTA

“We Love Termini”, esplosione di gusto, musica e shopping: si parte l’otto aprile con la festa del cioccolato

Commenti disabilitati su “We Love Termini”, esplosione di gusto, musica e shopping: si parte l’otto aprile con la festa del cioccolato

Bambino investito a Termini Imerese

Commenti disabilitati su Bambino investito a Termini Imerese

Blutec: finita occupazione, domani altro round con i sindaci del comprensorio

Commenti disabilitati su Blutec: finita occupazione, domani altro round con i sindaci del comprensorio

Orrore in famiglia: uccide il padre e tenta di gettarlo nella spazzatura

Commenti disabilitati su Orrore in famiglia: uccide il padre e tenta di gettarlo nella spazzatura