Bimbi senza maschere per la visita dei “nanni” alla scuola “Gardenia”: protestano i genitori

Doveva essere un giorno di festa per i bimbi iscritti alla scuola elementare “Gardenia”, ma si è trasformato in polemica. Il dirigente scolastico, a detta dei genitori, in occasione della tradizionale visita delle maschere tipiche del Carnevale Termitano “U Nannu ca Nanna” ha vietato l’uso di costumi in maschera e travestimenti di ogni genere.

 

La decisione non è stata gradita dai piccoli studenti e dai genitori che, invece, la ritengono una tradizione a cui non è bene rinunciare. Da qui la polemica scoppiata sui social.  Polemiche a parte, i bimbi oggi andranno a scuola regolarmente con il loro grembiule, non ci sarà alcuna festa, ma potranno comunque salutare i loro amati “nonnini”.

Il post su Facebook di una mamma

CARNEVALE…….dovrebbe essere la festa della spensieratezza,dell’allegria è invece c’è chi riesce a farla diventare una questione di DISCRIMINAZIONE tra i bambini……
I NANNI nelle scuole, mi ricordo da bambino l attesa di questo momento…..e non mi interessava se il mio compagnetto era vestito con il vestito da 100000 lire e io da 20000 lire(o viceversa) sapevamo solo che quel giorno c’era da divertirsi…oggi sono riusciti a TOGLIERE ANCHE QUESTO MOMENTO NELLA VITA DEI NOSTRI FIGLI…
ALLORA CARI AMICI Organizzatori del CARNEVALE domani alla GARDENIA non troverete bimbi mascherati ne tanto meno coriandoli e stelle filanti…troverete dei bambini felici di vedervi ma consapevoli che dopo la vostra visita torneranno a studiare anche in un giorno di festa.
Ma la cosa che mi fa più rabbia è che è stato comunicato tutto all’ultimo minuto senza che noi genitori possiamo fare qualcosa!!!!!
GRAZIE PRESIDE GRAZIE DI VERO CUORE!