Termini Imerese, tanto tuonò che piovve. Il sindaco Giunta rassegna le dimissioni

Gli ultimi mesi per la città di Termini sono stati tutt’altro che sereni, da un lato la crisi del comparto della metalmeccanica che nonostante i “Pellegrinaggi a Roma e le visite del vicepremier Di Maio hanno solo allungato l’agonia della Cassa Integrazione. Successivamente lo scandalo Blutec e il passo indietro degli investitori che avrebbero dovuto convertire l’industria per la creazione di auto elettriche nell’area industriale ex fiat.
A questo vanno ad aggiungersi le inchieste giudiziare che hanno, trasversalmente, travolto il mondo della politica, una in particolare conta ben 96 persone iscritte al registro degli indagati.
In queste ore è trapelata una notizia da tantissime fonti vicine al primo cittadino di Termini Imerese: Francesco Giunta avrebbe rassegnato le dimissioni.
Nemmeno il tempo di realizzare l’accaduto e le opposizioni informano i cittadini che a stretto giro convocheranno una conferenza stampa per “restituire la verità ai cittadini”.
In un momento delicato come questo – crisi Blutec e rischio di perdita degli investimenti e della conversione; precari da regolarizzare ecc, e una situazione tutt’altro che florida per il comune imerese. Quest’altra tegola sui cittadini – che dovrebbe essere ufficializzata nel giro di qualche ora – non ci voleva proprio.